Il Software.
  Controllo errori sul disco con Scandisk o Checkdisk
 
 



 

Se si va sulle Risorse del computer in Windows, si preme col tasto destro su uno dei dischi, si clicca su "proprietà" e si va nella scheda "Strumenti", si possono usare tre utility di manutenzione dell'hard disk selezionato.
 
Ci sono il tool di deframmentazione  lo strumento di backup e il controllo errori sul disco.
Premendo il tasto "Esegui Scandisk" si possono abilitare due opzioni: Correggere automaticamente gli errori del filesystem e tentare il ripristino dei settori danneggiati.

Se si conferma l'uso dello scandisk, si dovrà riavviare il computer per permettere a Windows di controllare gli errori e, nel caso, ripararli.

Non ci sono strumenti migliori dello Scandisk interno in Windows, nessun software fa un lavoro migliore anche se, bisogna dirlo, nel tempo la scansione disco ha perso di efficacia.

Si sarà notato che su Windows XP e precedenti, quando il computer andava in tilt o si spegneva da solo, al riavvio c'è lo scandisk per il controllo di errori.

Su Windows Vista e Windows 7 questa operazione è stata levata e non c'è più lo scandisk automatico nel caso in cui il computer va in tilt.


Resta il fatto che, se il computer caricasse lentamente, potrebbe esserci un problema sul disco ed la scansione disco per cercare problemi, può anche diventare risolutiva.

Il controllo di errori nell'hard disk è eseguito su Windows dal comando chkdsk che, come spiega la
guida Microsoft, può anche essere avviato da Dos tramite diversi parametri.

Esiste però un piccolo ma utile programma da scaricare che permette di fare la scansione disco, la ricerca di settori danneggiati e la riparazione di errori, tramite l'utility chkdsk ma con una interfaccia grafica molto più esplicativa e comprensibile.



L'utility che promuovo a pieni voti anche se in pratica non aggiunge nulla al sistema, si chiama
CheckDisk.

Questa semplice utility portatile, che non richiede alcuna installazione, assolutamente gratuita, offre semplicità ed efficienza nel fare il controllo dei settori danneggiati, errori o altre anomalie e per riparare il disco rigido.

Poiché si tratta di una applicazione portatile, tutto quello che si deve fare dopo aver scaricato il programma è di lanciare il file checkDisk.exe con tutti i diritti da amministratore e specificare il disco sottoporre a scansione.

Le uniche opzioni disponibili sono se eseguire il controllo veloce o approfondito (molto lento) e se correggere gli errori trovati oppure solo verificarne l'esistenza.

Una volta che tutte le impostazioni sono state configurate, si può cliccare sul pulsante Check Drive nella parte inferiore della finestra.

CheckDisk funziona sui dischi, sulle memorie SSD, sulle penne USB, sugli hard disk esterni ed anche su CD (dove ovviamente non si possono correggere errori).

Il programma è stato aggiornato da poco e funziona su Windows XP, Vista e Windows 7.

Alcuni più esperti potrebbero dire che lo scandisk dovrebbe non servire a nulla se fatto a pc acceso con Windows caricato (infatti lo scandisk normale si può lanciare solo riavviando il computer); il dibattito su questo resta aperto perchè non ne ho un'idea precisa.





 
  Today, there have been 5 visitatori (20 hits) on this page!  
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=