Il Software su Pinterest

IL SOFTWARE
Articoli, tips, recensioni e news sul mondo del software

Guida di Search Console - Rapporto sullo stato della copertura dell'indice

Comprendere il rapporto

È molto più facile capire questo rapporto se leggi prima la pagina Come funziona la Ricerca Google.

In questo rapporto viene indicato lo stato di indicizzazione di tutti gli URL che Google ha visitato, o ha provato a visitare, nella tua proprietà. Nella pagina di riepilogo vengono mostrati i risultati relativi a tutti gli URL della tua proprietà, raggruppati per stato (errore, avviso o valido) e motivo specifico dello stato, ad esempio URL inviato non trovato (404). Fai clic su una riga della tabella nella pagina di riepilogo per visualizzare tutti gli URL con lo stesso stato/motivo e controllare ulteriori dettagli relativi al problema.

 

Devo usare questo rapporto?

Se il tuo sito ha meno di 500 pagine, probabilmente non è necessario usare questo rapporto. È molto più semplice cercare il tuo sito su Google inserendo site:tuo_sito, dove "tuo_sito" è l'URL della home page del tuo sito senza il prefisso "http://" o "https://", ad esempio, site:example.com o site:example.com/negozioanimali. Nei risultati di ricerca vengono mostrate pagine del tuo sito di cui Google è a conoscenza. Puoi aggiungere termini di ricerca per trovare pagine specifiche del tuo sito, ad esempio site:example.com/negozioanimali iguana zebre.

 

Pagina di riepilogo

Nel rapporto di primo livello viene indicato lo stato di indicizzazione di tutte le pagine del tuo sito di cui Google ha provato a eseguire la scansione, raggruppate per stato e motivo.

Cosa cercare

In teoria dovresti notare un aumento graduale del numero di pagine indicizzate valide mentre il tuo sito cresce. Se rilevi cali o picchi, leggi la sezione Risolvere i problemi. I valori della tabella di stato nella pagina di riepilogo sono raggruppati e ordinati per "stato e motivo"; dovresti prima correggere gli errori di maggiore impatto.

Cosa non cercare

  • Non dovresti aspettarti che vengano indicizzati tutti gli URL del tuo sito. Il tuo scopo è far indicizzare la versione canonica di ogni pagina. Eventuali pagine duplicate o alternative verranno contrassegnate come "Escluse" in questo rapporto, perché hanno sostanzialmente gli stessi contenuti della pagina canonica. Il contrassegno di una pagina come duplicata o alternativa è positivo; significa che abbiamo trovato la pagina canonica e l'abbiamo indicizzata. Puoi trovare la versione canonica di qualsiasi URL eseguendo lo strumento Controllo URLScopri altri motivi per cui potrebbero mancare le pagine.
  • Se aggiungi nuovi contenuti, Google potrebbe impiegare alcuni giorni per indicizzarli. Puoi ridurre il ritardo di indicizzazione richiedendo l'indicizzazione.

Stato

Ogni pagina può avere uno dei seguenti valori dello stato:

  • Errore. La pagina non è stata indicizzata. Leggi la descrizione del tipo di errore specifico per avere ulteriori informazioni sull'errore e su come correggerlo. Dovresti prima concentrarti su questi problemi.
  • Avviso. La pagina è stata indicizzata, ma presenta un problema di cui dovresti essere a conoscenza.
  • Esclusa. La pagina non è stata indicizzata, ma riteniamo che sia intenzionale. Ad esempio, potresti averla esclusa deliberatamente tramite un'instruzione noindex oppure la pagina potrebbe essere un duplicato di una pagina canonica del tuo sito che abbiamo già indicizzato.
  • Valida. La pagina è stata indicizzata.

Motivo

Ogni stato (errore, avviso, valida, esclusa) ha un motivo specifico. Leggi le descrizioni dei tipi di stato che seguono per avere informazioni su ogni tipo di stato e come gestirlo.

Convalida

Lo stato di convalida del problema in questione. Dovresti dare la priorità alla risoluzione dei problemi con stato di convalida "Operazione non riuscita" o "Non iniziata".

Filtro a discesa di individuazione degli URL

Usa il filtro a discesa sopra il grafico per filtrare i risultati dell'indice in base al metodo di rilevamento degli URL usato da Google. Sono disponibili i seguenti valori:

  • Tutte le pagine note [valore predefinito]. Vengono mostrati tutti gli URL rilevati da Google con qualsiasi mezzo.
  • Tutte le pagine inviate. Vengono mostrate soltanto le pagine inviate con una Sitemap tramite questo rapporto o un ping Sitemap.
  • URL Sitemap specifica. Vengono mostrati soltanto gli URL elencati in una Sitemap specifica inviata tramite questo rapporto. Sono inclusi gli eventuali URL nelle Sitemap nidificate.

Un URL è considerato inviato tramite una Sitemap anche se è stato rilevato con un altro metodo (ad esempio tramite scansione organica da un'altra pagina).

Pagina dei dettagli

Fai clic su una riga nella pagina di riepilogo per aprire una pagina dei dettagli relativa alla combinazione di stato e motivo. Puoi visualizzare i dettagli relativi al problema scelto facendo clic su Ulteriori informazioni nella pagina dei dettagli.

Nel grafico in questa pagina viene mostrato il numero di pagine interessate nel tempo.

Nella tabella viene mostrato un elenco di pagine di esempio interessate dal problema:

  • Apri un URL nella tabella facendo clic sul link Vai  nella riga della tabella.
  • Controlla un URL nella tabella facendo clic sull'icona Controlla  nella riga della tabella.
  • Dopo aver corretto tutte le istanze di un errore o un avviso, puoi chiedere a Google di convalidare le correzioni.

Se vedi un URL per cui viene segnalato un problema che hai già risolto, è possibile che tu abbia risolto il problema DOPO l'ultima scansione di Google. Pertanto, se trovi un URL per cui viene segnalato un problema già risolto, assicurati di controllare la data di scansione dell'URL. Controlla e conferma la correzione, quindi richiedi una nuova indicizzazione.

 

Condividere un rapporto

Puoi condividere dettagli relativi a un problema facendo clic sul pulsante Condividi presente nella pagina. Chi possiede il link può accedere soltanto alla pagina corrente e a eventuali pagine della cronologia delle convalide relative al problema. Il link non consente di accedere ad altre pagine relative alla tua risorsa e non permette all'utente con cui è stato condiviso di compiere azioni nella tua proprietà o nel tuo account. Puoi revocare il link in qualsiasi momento disattivando la condivisione della pagina in questione.

Risolvere i problemi

Di seguito sono riportati alcuni dei problemi di indicizzazione più frequenti che potresti trovare in questo rapporto.

 
 
 

Motivi relativi agli stati

Di seguito sono indicati i possibili motivi dello stato di ogni problema:

"Inviato" e "Non inviato"

Se vedi un motivo dell'indice in cui viene usata la parola "Inviato", significa che hai chiesto esplicitamente a Google di indicizzare l'URL inviandolo tramite una Sitemap. Se l'URL è contrassegnato dalla dicitura "Non inviato", significa che Google ha trovato autonomamente l'URL (ad esempio tramite un link in un'altra pagina), che non è presente in alcuna Sitemap indicizzata.

Errore


Le pagine con errori non sono state indicizzate.


Errore del server (5xx): il server ha restituito un errore di livello 500 quando è stata richiesta la pagina. Fai riferimento alla sezione Correggere errori del server.

Errore di reindirizzamento: l'URL ha restituito un errore di reindirizzamento, che potrebbe essere uno dei seguenti tipi: una catena di reindirizzamento troppo lunga; un ciclo infinito di reindirizzamenti; l'URL di reindirizzamento ha superato la lunghezza massima consentita per gli URL; c'era un URL non valido o vuoto nella catena di reindirizzamento.

L'URL inviato è bloccato dal file robots.txt: hai inviato la pagina per farla indicizzare, ma è bloccata dal file robots.txt. Prova a testare la pagina usando lo strumento Tester dei file robots.txt.

L'URL inviato contiene un tag "noindex": hai inviato la pagina per farla indicizzare, ma contiene un'istruzione "noindex" in un meta tag o in un'intestazione HTTP. Se vuoi che la pagina venga indicizzata, devi rimuovere il tag o l'intestazione HTTP.

Sembra che l'URL inviato restituisca un errore soft 404: hai inviato la pagina per farla indicizzare, ma sembra che il server abbia restituito un errore soft 404.

L'URL inviato restituisce una richiesta non autorizzata (401): hai inviato la pagina per farla indicizzare, ma Google ha ricevuto una risposta 401 (non autorizzata). Rimuovi i requisiti di autorizzazione per la pagina oppure consenti a Googlebot di accedere alle pagine tramite verifica della propria identità.

URL inviato non trovato (404): hai inviato un URL da far indicizzare che non esiste. Fai riferimento alla sezione Correggere gli errori 404.

L'URL inviato presenta un problema di scansione: hai inviato la pagina da far indicizzare e Google ha riscontrato un errore di scansione non specificato che non rientra in nessuno degli altri motivi. Prova a eseguire il debug della tua pagina con lo strumento Controllo URL.

Avviso


Le pagine con uno stato di avviso potrebbero richiedere la tua attenzione e potrebbero essere state indicizzate o meno, a seconda del risultato specifico.


Indicizzata ma bloccata da robots.txt: la pagina è stata indicizzata nonostante sia bloccata dal file robots.txt (Google rispetta sempre le istruzioni del file robots.txt, che però non servono se altri siti hanno link che rimandano alla pagina). Questo stato viene contrassegnato come avviso perché non siamo sicuri che il blocco della pagina nei risultati di ricerca sia intenzionale. Se vuoi effettivamente bloccare la pagina, il file robots.txt non rappresenta il metodo corretto per evitare l'indicizzazione. A tale scopo dovresti usare "noindex" o vietare l'accesso anonimo alla pagina usando l'autenticazione. Puoi usare lo strumento Tester dei file robots.txt per stabilire quale regola blocca la pagina. A causa del file robots.txt, è possibile che gli eventuali snippet mostrati per la pagina non siano ottimali. Se non vuoi bloccare la pagina, aggiorna il file robots.txt per sbloccarla.

Valida


Le pagine con stato Valida sono state indicizzate.

Inviata e indicizzata. Hai inviato l'URL da far indicizzare e l'operazione è andata a buon fine.

Indicizzata, ma non inviata tramite la Sitemap. L'URL è stato rilevato da Google e indicizzato. Consigliamo di inviare tutti gli URL importanti usando una Sitemap.

Esclusa


Generalmente queste pagine non vengono indicizzate e riteniamo che non sia un errore. Queste pagine sono duplicati di pagine indicizzate, la relativa indicizzazione è bloccata da determinati meccanismi sul tuo sito oppure non sono state indicizzate per un motivo che riteniamo non sia un errore.


Esclusa in base al tag "noindex". Quando Google ha provato a indicizzare la pagina ha trovato un'istruzione "noindex", pertanto non ha indicizzato la pagina. Se non vuoi che questa pagina venga indicizzata, va bene così; se invece vuoi che la pagina venga indicizzata, devi rimuovere l'istruzione "noindex".

Bloccata dallo strumento per la rimozione di pagine. La pagina è attualmente bloccata a causa di una richiesta di rimozione di URL. Se sei un proprietario del sito verificato, puoi usare lo strumento per la rimozione degli URL per sapere chi ha inviato una richiesta di rimozione di URL. Le richieste di rimozione vengono applicate soltanto per circa 90 giorni dalla data di rimozione. Una volta trascorso il periodo in questione, Googlebot potrebbe indicizzare di nuovo la pagina, anche se non invii un'altra richiesta di indicizzazione. Se non vuoi che la pagina venga indicizzata, usa "noindex", imposta l'accesso alla pagina tramite autorizzazione o rimuovila.

Bloccata da robots.txt. L'accesso alla pagina è stato bloccato per Googlebot usando un file robots.txt. Puoi verificare utilizzando lo strumento Tester dei file robots.txt. Tieni presente che questo non significa che la pagina non verrà indicizzata con altri metodi. Se Google riesce a trovare altre informazioni sulla pagina senza caricarla, la pagina potrebbe essere comunque indicizzata (anche se accade poco frequentemente). Per assicurarti che una pagina non venga indicizzata da Google, rimuovi il blocco del file robots.txt e usa un'istruzione "noindex".

Bloccata a causa di una richiesta non autorizzata (401). L'accesso alla pagina è stato bloccato per Googlebot tramite una richiesta di autorizzazione (risposta 401). Se vuoi consentire a Googlebot di eseguire la scansione della pagina, rimuovi i requisiti di autorizzazione o consenti a Googlebot di accedere alla tua pagina.

Anomalia durante la scansione. Durante il recupero dell'URL si è verificata un'anomalia imprecisata, che potrebbe restituire un codice di risposta di tipo 4xx o 5xx; prova a recuperare la pagina usando lo strumento Controllo URLper verificare se vengono riscontrati problemi di recupero. La pagina non è stata indicizzata.

Pagina scansionata, ma attualmente non indicizzata. Google ha eseguito la scansione della pagina, ma non l'ha indicizzata. In futuro la pagina potrebbe essere indicizzata o meno, ma non è necessario inviare di nuovo l'URL da sottoporre a scansione.

Rilevata, ma attualmente non indicizzata. Google ha rilevato la pagina, ma non l'ha ancora sottoposta a scansione. In genere significa che Google ha cercato di eseguire la scansione della pagina, ma il sito era sovraccarico, quindi ha dovuto riprogrammare la scansione. Ecco perché la data dell'ultima scansione non è indicata nel rapporto.

Pagina alternativa con tag canonical appropriato. La pagina è un duplicato di una pagina che Google riconosce come canonica. Questa pagina rimanda correttamente alla pagina canonica, quindi non devi fare nulla.

Pagina duplicata senza URL canonico selezionato dall'utente. Questa pagina ha duplicati, nessuno dei quali contrassegnato come canonico. Riteniamo che la pagina in questione non sia quella canonica. Dovresti contrassegnare esplicitamente la versione canonica della paginaIl controllo dell'URL dovrebbe mostrare l'URL canonico selezionato da Google.

Pagina duplicata, Google ha scelto una pagina canonica diversa da quella specificata dall'utente. Questa pagina è stata contrassegnata come canonica di una serie di pagine, ma Google ritiene che un altro URL possa essere una versione migliore di URL canonico. Google ha indicizzato la pagina che considera canonica anziché questa. Ti consigliamo di contrassegnare esplicitamente la pagina come duplicato dell'URL canonico. Questa pagina è stata scoperta senza una richiesta di scansione esplicita. Il controllo di questo URL dovrebbe mostrare l'URL canonico selezionato da Google.

Non trovata (404). Questa pagina ha restituito un errore 404 quando è stata richiesta. Google ha scoperto questo URL senza alcuna richiesta esplicita o Sitemap. Google potrebbe aver scoperto l'URL come link da un altro sito o forse la pagina esisteva in precedenza ed è stata eliminata. Googlebot potrebbe continuare a provare a individuare l'URL per un periodo di tempo; non esiste un modo per indicare a Googlebot di ignorare definitivamente un URL, anche se potrebbe ridurre la frequenza di scansione. Le risposte 404 non costituiscono un problema, se sono intenzionali. Se la pagina è stata spostata, utilizza un reindirizzamento 301 alla nuova posizione. Leggi la sezione Correggere gli errori 404.

Pagina rimossa a causa di un reclamo per motivi legali. La pagina è stata rimossa dall'indice a causa di un reclamo per motivi legali.

Pagina con reindirizzamento. L'URL è un reindirizzamento, pertanto non è stato aggiunto all'indice.

Soft 404. La richiesta della pagina restituisce una presunta risposta soft 404. Ciò significa che restituisce un semplice messaggio "non trovata" senza un codice di risposta 404 corrispondente. Ti consigliamo di restituire un codice di risposta 404 per le pagine effettivamente "non trovate" o di aggiungere più informazioni alla pagina per indicarci che non si tratta di un errore soft 404. Ulteriori informazioni

URL duplicato e inviato non selezionato come canonico. L'URL fa parte di un insieme di URL duplicati privi di pagina canonica contrassegnata esplicitamente. Hai richiesto espressamente l'indicizzazione dell'URL, ma dato che è un duplicato e Google ritiene che un altro URL sia un candidato migliore come pagina canonica, Google non ha indicizzato l'URL, ma ha indicizzato la versione canonica ritenuta migliore. Google indicizza solo la pagina canonica in una serie di duplicati. La differenza tra questo stato e lo stato "Google ha scelto una pagina canonica diversa da quella specificata dall'utente" è che, in questo caso, hai richiesto espressamente l'indicizzazione. Il controllo dell'URL dovrebbe mostrare l'URL canonico selezionato da Google.

I miei preferiti in Instagram
My Ping in TotalPing.com